Addendum misure Covid19 al Prezziario ddi Regione Lombardia

REGIONE LOMBARDIA

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE N. XI/3277 DEL 23/06/2020


Approvazione elenco misure per la sicurezza anti COVID-19 nei cantieri pubblici

Addendum al prezzario opere pubbliche di Regione Lombardia

 
Visto il decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81;
Visto il titolo II, parte II, del decreto del Presidente della Repubblica n. 207 del 5 ottobre 2010 «Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, recante «Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE»»;
Visto il decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici», così come modificato dal Decreto Legislativo
19 aprile 2017, n. 56 «Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50»;
Viste la d.g.r. 1129 del 28 dicembre 2018 con cui è stato approvato il Prezzario regionale delle Opere pubbliche della Regione Lombardia ai sensi e per gli effetti dell’art. 23, commi 7 e 16, del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e s. m. e i. e la d.g.r. 2656 del 16 dicembre 2019 con cui è stato approvato l’aggiornamento del Prezzario regionale per l’annualità 2020;
Vista la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 «Dichiarazione dello stato di emergenza in conseguenza del
rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti da agenti virali trasmissibili» pubblicata in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale – n. 26 in data 01 febbraio 2020;
Visto il decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6 «Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19» pubblicato in Gazzetta Ufficiale - Serie Generale - n. 45 in data 23-2-2020 e convertito con modificazioni dalla L. 5 marzo 2020, n. 13 (in GU 9 marzo 2020, n. 61). Abrogato dal decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 (art. 5 c. 1 lett. a) ad eccezione degli articoli 3, comma 6-bis, e 4;
Visto il d.l. del 25 marzo 2020, n. 19, «Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19»;
Visto il d.p.c.m. 10 aprile 2020 «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale.»;
Visto il d.p.c.m. 26 aprile 2020 «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio
nazionale»;
Visto l’allegato 7 del d.p.c.m. 26 aprile 2020 «Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione
del COVID-19 nei cantieri» condiviso con il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, ANCI, UPI, ANAS S.p.a., RFI, ANCE, Alleanza delle Cooperative, Feneal Uil, Filca-Cisl e Fillea CGIL nel quale sono fornite indicazioni operative finalizzate a incrementare nei cantieri l’efficacia delle misure precauzionali di contenimento adottate per contrastare l’epidemia di COVID-19 in attuazione delle prescrizioni legislative e delle indicazioni dell’Autorità sanitaria;
Visto il d.p.c.m. del 17 maggio 2020 «Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale»;
Visto l’allegato 13 del suddetto d.p.c.m. 17 maggio 2020 che riporta il «Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nei cantieri» di cui all’allegato 7 del d.p.c.m. 26 aprile 2020;
Vista l’ordinanza regionale n. 555 del 29 maggio 2020 «Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32, comma 3, della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19»;
Considerato che, ai sensi dell’art. 32 del d.p.r. 207/2010, nelle spese generali comprese nel prezzo dei lavori e perciò a carico dell’esecutore, variabili dal 13% al 17%, rientrano le spese di adeguamento del cantiere in osservanza del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 relative agli oneri per la sicurezza;
Visto che i prezzi riportati nel Prezzario regionale approvato con d.g.r. n. 1129 del 28 dicembre 2018, e nei suoi successivi
aggiornamenti annuali, comprendono una percentuale del 13,50% per spese generali;
Considerata la necessità di fornire a tutti i soggetti della filiera degli appalti gli strumenti operativi per l’adeguamento dei
cantieri pubblici alle disposizioni vigenti in materia di sicurezza anti COVID-19 da utilizzare ai fini dell’aggiornamento dei documenti necessari per la riapertura dei cantieri pubblici e per la consegna dei nuovi cantieri fino al termine della crisi emergenziale da valutarsi in relazione all’evolversi della situazione epidemiologica;
Ritenuto che l’applicazione delle misure di sicurezza anti COVID-19 nei cantieri delle opere pubbliche, in termini di maggiori
oneri e costi per la sicurezza, possa trovare completa riscontro attraverso un’azione sinergica di aggiornamento dell’elenco voci riferite a potenziali costi della sicurezza e di incremento delle spese generali;
Visto il parere favorevole in merito espresso dal Tavolo Prezzario regionale, costituito con d.g.r. n. XI/2477 del 18 novembre 2019, nella seduta del 5 giugno 2020;
Visto il parere favorevole espresso dal Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche di Lombardia ed Emilia Romagna a seguito della seduta del comitato Tecnico del 16 giugno 2020;
Ritenuto di procedere, per quanto sopra, alla predisposizione di un elenco di voci relative alle misure di sicurezza anti COVID-19 da utilizzarsi fino al termine della crisi emergenziale con cui integrare il Prezzario regionale delle opere pubbliche di Regione Lombardia;
Ritenuto altresì di prevedere, in via provvisoria e limitatamente al periodo interessato dalla fase emergenziale e dall’applicazione delle misure di sicurezza anti COVID-19, un aumento pari al 2% delle attuali spese generali inserite nel Prezzario regionale;
All’unanimità di voti espressi nelle forme di legge;
 
DELIBERA
 
1. di approvare l’allegato A) «Elenco misure per la sicurezza anti COVID-19 nei cantieri pubblici – addendum al Prezzario regionale delle opere pubbliche di Regione Lombardia» parte integrante e sostanziale della presente delibera;

2. di stabilire che, in via provvisoria e limitatamente ai cantieri attualmente aperti, per quelli sospesi che saranno riaperti e
per quanti saranno consegnati durante la fase emergenziale COVID -19, e limitatamente a tale periodo che potrebbe venire meno durante l’esecuzione dei lavori, per le voci del Prezzario regionale, ivi comprese quelle relative all’elenco di cui al punto 1., è previsto un aumento pari al 2% delle attuali spese generali, passando le medesime dal 13,5% al 15,5%;

3. di stabilire l’efficacia del presente provvedimento a decorrere dalla data di pubblicazione sul BURL prevedendone l’applicazione in relazione alla messa in atto delle misure di sicurezza anti COVID-19 nei cantieri previste dai disposti normativi di cui ai d.p.c.m. 31 gennaio 2020, d.p.c.m. 26 aprile 2020 e d.p.c.m. 17 maggio 2020 e per tutta la durata in cui le stesse devono essere mantenute in accordo alle suddette previsioni normative ed ai relativi protocolli;

4. di dare atto che non sono previsti oneri a carico del Bilancio regionale;

5. di pubblicare la presente deliberazione sul Bollettino Ufficiale di Regione Lombardia;

6. di demandare all’ufficio competente la conversione dell’allegato A) nei formati elettronici aperti .xml e .html ai fini dell’interoperabilità con i sistemi operativi;

7. di stabilire che la presente deliberazione, l’allegato A), parte integrante e sostanziale della medesima, e le sue conversioni nei formati elettronici .xml e .html, siano rese disponibili sul sito internet della Regione Lombardia, nella sezione dedicata all’Osservatorio regionale contratti pubblici e Opere pubbliche.