Utilizzo dei LED - Attenzione

La validità dei LED è indubbia, ma a volte le modalità di applicazione di questa tecnologia da Nobel lasciano a desiderare. In particolare, quando si parla di operazioni di "Retrofit", il mercato offre una moltitudine di soluzioni che raramente tengono conto di due fattori importantissimi: la sicurezza per gli utenti e il rispetto delle normative. Oggi vogliamo parlare della soluzione Retrofit LED più diffusa, ma anche più pericolosa: i Tubi LED Retrofit che possono essere installati nelle plafoniere fluorescenti al posto dei vecchi tubi T8 o T5.

Questi prodotti, venduti come soluzioni Energy-saving economiche e risolutive, dovrebbero essere commercializzati spiegando chiaramente ai clienti le modifiche che bisogna apportate agli apparecchi nei quali si vanno a installare perché il rischio è que llo di provocare conseguenze gravi sia per gli installatori che per gli utilizzatori.

Per chiarire tutti i dubbi, l'ASSIL (Associazione nazionale produttori illuminazione) ha pubblicato il documento "Lampade LED con attacco G5 e G13: rischi e responsabilità" (Allegato) con il quale spiega tutti i fattori da tenere in considerazione in caso di sostituzione delle sorgenti fluorescenti originali (per le quali l'apparecchio è stato progettato) con i Tubi LED Retrofit.

Vista la pericolosità dell'operazione, si sconsiglia nel modo più assoluto di installare questi Tubi LED Retrofit su qualsiasi apparecchio illuminante progettato e costruito per lampade fluorescenti, anche perché eseguendo questa operazione decade ogni tipo di garanzia sul prodotto (se ancora valida), le marcature origina li devono essere rimosse e sostituite da nuove marcature applicate dall'azienda che converte l'apparecchio d'illuminazione e che ha quindi la nuova responsabilità legale dell'apparecchio d'illuminazione così modificato.